Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Inchiesta

Sopravvivere a internet

Viaggio nelle librerie d’arte che resistono alla crisi (e alla non lettura)

«Vissi d’arte, vissi d’amore» canta Tosca nell’omonima opera pucciniana. Tolto il pathos del melodramma, si può adattare l’incipit dell’aria ai librai che, in tempi di crisi e di internet, gestiscono librerie indipendenti specializzate in arti visive e affini. Non escludendo che ne esistano altre, questa rapida ricognizione italiana ne rileva sei.
La Art&Libri (www.artlibri.it), dal 1996 in via dei Fossi 32/r a Firenze, è gestita da Andrea Baldinotti e Alfredo Lupi che così la descrive: «In 100 metri quadrati più 60 di magazzino abbiamo circa 50mila titoli, non volumi». Con l’omonima Art&Libri a Parigi come partner, partecipa alle Biennali di antiquariato di Firenze e Roma, al Festival d’Histoire de l’Art di Fontainebleau e a Paris Tableau. «Online abbiamo una quantità minima di titoli. D’altronde noi due facciamo tutto. L’e-commerce è il maggior concorrente, gli e-book non incidono. Ci salva la specializzazione. Perché facciamo questo lavoro? Sono passioni, non hanno una ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Stefano Miliani, da Il Giornale dell'Arte numero 349, gennaio 2015


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012