Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Londra

Ming! E la Cina non fu più la stessa

Al British Museum una mostra irripetibile grazie a prestiti eccezionali.

Corona a nove file parallele di pendenti proveniente dalla tomba del principe Huang of Lu (1370-89), 1380 ca., Nanchino, Shandong Museum. © Shandong Museum.

Dopo i Vichinghi al British Museum è il turno degli imperatori Ming (1386-1644). I 270 pezzi esposti nella mostra «Ming: 50 anni che hanno cambiato la Cina, 1400-1450», dal 18 settembre al 5 gennaio 2015, sono oggetti straordinari per bellezza e unicità, come spiega Jessica Harrison-Hall, curatore del British Museum per le ceramiche cinesi, che ha organizzato la mostra con Craig Clunas, professore di storia dell’arte all’Università di Oxford e specialista Ming. Un terzo degli eclettici pezzi in mostra comprende gioielli, quadri, mobili, armi e utensili usati nei cantieri navali dalle corti imperiali del XV secolo. Sono tutti in prestito da musei cinesi e molti si spostano per la prima volta all’estero. La collaborazione tra dieci istituzioni di Pechino, Shanghai e di diverse province è eccezionale e non si ripeterà, aggiunge Harrison Hall, spiegando che in futuro il governo cinese concederà al massimo a cinque musei cinesi di prestare opere per mostre internazionali. Il focus su una finestra di mezzo ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Hannah McGivern, da Il Giornale dell'Arte numero 345, settembre 2014


Ricerca


Visita il nuovo sito Il Giornale delle Mostre
Il Giornale delle Mostre online

GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012