Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Torino

Serpenti, cucitrici e chignon

Le due vendite della torinese Sant’Agostino dedicate all’arte moderna e contemporanea
e al design e tenutesi rispettivamente il 19 e 20 maggio hanno incassato in totale 854mila euro, comprese alcune trattative andate a buon fine dopo le sedute d’asta. Il prezzo più alto (58.800 euro diritti compresi), raggiunto dopo aver ricevuto diverse offerte dall’estero, è stato pagato da un collezionista torinese per una tempera su carta applicata su tela di Alexander Calder del 1961, «Il serpente», che era stimata tra 45 e 60mila euro. A 30mila, contro una valutazione di 30-40mila, è passato invece di mano un olio su tela del 1931 (49,5x35 cm) di Felice Casorati, «Cucitrice nella soffitta»; e a 19.200 (stime 20-30mila) una «Natura morta con funghi» del 1934 di Filippo De Pisis, olio su tela di 54x73 cm. Ma se il moderno e contemporaneo ha venduto oltre il 60% dei lotti (comprese le trattative dopoasta), il design, il giorno successivo, ha ottenuto una ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

V. B., da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014



GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012