Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Basilea

Art Basel apre al mercato «azionario»

Andy Warhol (25 milioni) il più rumoroso dei botti della fiera che si conferma la più ricca del mondo. Ma qui, ora, si vende anche l’«arte agita» dei performer, da Marina Abramovic a Santiago Sierra

«Eternity» (2013-2014), di Xu Zhen, scultura presentata dalla galleria ShangArt. Photo David Owens

Essere un vip, e sostenere con il conto in banca questa qualifica, che dà diritto al preview alle grandi fiere d’arte moderna e contemporanea, non basta più. Sicuramente non ad Art Basel, la cui 45ma edizione si è svolta dal 19 al 22 giugno, visti i musi lunghi di alcuni collezionisti e consulenti alla preinaugurazione, quando agli stand si vedevano respinti a suon di «già venduto» o «opera prenotata». Secondo il «New York Times», è l’effetto del «Jpeg bombing», il bombardamento di immagini via internet con cui i galleristi stuzzicano l’appetito dei compratori e si garantiscono con anticipo la copertura dei costi di partecipazione alla fiera, mediamente quantificabili in 100mila euro. Non si sa se nella categoria «pre-sold» rientri anche l’«Autoritratto» del 1986 di Andy Warhol; certo è che la galleria venditrice, la Skarstedt di New York, è ampiamente rientrata dalle spese, considerati i 25,7 milioni di euro pagati, probabilmente da un collezionista statunitense, per assicurarselo.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Melanie Gerlis e Julia Halperin, da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012