Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquariato

New York

Una cuoca che fece fortuna

Barbara Piasecka Johnson , morta a 76 anni il primo aprile 2013 a Wroclaw, in Polonia (il suo Paese natale), è stata una delle più importanti collezioniste d’arte mondiali. Era la vedova di John Seward Johnson, discendente della famiglia di industriali proprietaria del colosso dell’industria farmaceutica Johnson & Johnson, e la sua fama era legata anche alla sua storia personale. Immigrata dalla Polonia negli Stati Uniti nel 1968, con 200 dollari in tasca, attraverso una serie di fortuite circostanze era stata assunta come cuoca dalla ricca famiglia statunitense. Non avendo dimostrato spiccate doti culinarie, era passata a mansioni da cameriera per poi lasciare la famiglia Johnson dopo un anno e iscriversi a un corso d’arte all’Università di New York, riprendendo gli studi seguiti in Polonia. John Seward Johnson la sistemò in un appartamento di Manhattan e più tardi andò a vivere con lei. Nel 1971 Johnson divorziò dalla moglie e sposò Barbara (detta Basia): lui 76 anni, lei 34. In 12 anni di ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

V. B. , da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012