Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Milano

Miti e monatti

Il termine «Vesperbild», letteralmente «immagini del crepuscolo», nel linguaggio della storia dell’arte indica quelle «Pietà» germaniche, duramente espressioniste, in cui il corpo del Cristo piagato e contorto, sorretto dalla Vergine, rende palpabile lo strazio subito: immagini venerate al vespro, che alludono alla soglia, al momento del passaggio tra la morte e la risurrezione del Cristo. Con questo termine Agostino Arrivabene (1967) ha intitolato una sua personale in corso da Giovanni Bonelli fino al 26 luglio. L’autore si muove nel territorio della trasfigurazione, del crepuscolo e della rinascita, attingendo però non alle immagini religiose ma a quelle della mitologia e della cultura classica: i suoi tenebrosi dipinti sono abitati da «Orfeo ed Euridice» o dal personaggio ovidiano di Ciparisso, protagonista di «Monatto dai muti campanelli» (nella foto), che si trasmuta in un arbusto. In altri dipinti volti umani si trasformano in composizioni floreali in bilico tra Brueghel e Arcimboldo, ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ad. M. , da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012