Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Firenze

Il Novecento nel cuore del Rinascimento

Finalmente aperto il museo che Ragghianti aveva immaginato dopo l’alluvione del 1966: un viaggio a ritroso dagli anni ’90 all’inizio del XX secolo, con le collezioni del Comune tra cui quella di Alberto Della Ragione

Un'opera di Luciano Ori (collezione Palli)

Firenze. Apre le porte il Museo Novecento (cfr. n. 339, feb. ’14, p. 14), e tornano finalmente a essere visibili i capolavori provenienti dalle principali collezioni cittadine di proprietà del Comune (Ragghianti, Alberto Della Ragione, Cagli, Magnelli, Mirko Basaldella ecc.) nel Convento delle Leopoldine di piazza Santa Maria Novella, recuperato grazie al lavoro di restauro curato dal Servizio Belle Arti del Comune, e al determinante contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e con partner il Gioco del Lotto. Valentina Gensini, curatore scientifico del progetto museologico (tecnicamente, il direttore del museo, per ora, è il direttore Cultura Lucia Bartoli), ci spiega: «Il progetto origina dall’appello di Carlo Ludovico Ragghianti che nel 1966, all’indomani dell’alluvione, chiese agli artisti di donare loro opere alla città gravemente offesa; opere che avrebbero dovuto costituire il primo nucleo del Miac, Museo internazionale di arte contemporanea».
Nel museo, che deve la sua nascita anche alla partecipazione di collezionisti, artisti ed enti toscani, si trova rappresentato tutto il Novecento, non solo quello delle collezioni civiche.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laura Lombardi, da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


  • Valentina Gensini

Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012