Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’oro dell’uroboro: vis-à-vis Alberti-Byars

Foto Dario Lasagni

Firenze. «Ouroboro poietico», oggetto in grado di generare creatività spirituale, era stato definito da Gabriele Morolli il tempietto di Leon Battista Alberti (riaperto al pubblico dopo il restauro e annesso al percorso del Museo Marini nel 2013): il riferimento è al greco oupoßópos, figura del serpente che si morde la coda, congiungendosi e ricreandosi continuamente, sino a formare un cerchio perfetto: evocazione della natura dualistica delle cose ma di come gli opposti non siano in conflitto tra loro, bensì contribuiscano allo sviluppo dell’armonia spirituale. Dialogare con quel tempietto, sofisticato gioiello del Rinascimento, che riassume in sé le componenti di quella cultura (il recupero della cultura archeologica, le idee neoplatoniche e l’esoterismo quattrocentesco) non era sfida da poco. Un’opera (inedita) di James Lee Byars (1932-97), artista che ha sempre fuggito qualsiasi forma di classificazione, appassionato di questioni filosofiche e le cui ricerche si son sempre indirizzate a coniugare gli opposti, lo Yin e lo Yang, il bianco e il nero, il giorno e la notte, è parsa la più adatta a sostenere questa sfida.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

L.L., da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012