Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Turi e puri

Torino. Fondato da Lucio Fontana oltre mezzo secolo fa, lo Spazialismo annovera tra i suoi esponenti il siciliano Turi Simeti, a cui lo Spazio Ersel dedica una monografica fino al 31 luglio. Curato da due galleristi, Matteo Lampertico di Milano e Valerio Tazzetti di Torino, il percorso presenta una cospicua selezione di lavori pittorici che documentano l’intera carriera dell’artista di Alcamo, dagli anni Sessanta a oggi. Per Turi Simeti, come per gli altri spazialisti, la tela coincide con la forma e la materia dell’opera stessa e non più con il mero supporto di un’arte che si consuma altrove. Nelle opere degli anni Sessanta, il colore, rigorosamente monocromo, la purezza e la ripetizione di una forma geometricamente perfetta come l’ellissi e la tridimensionalità della tela estroflessa, sono le cifre costanti del lavoro di Simeti. Su sfondi grigi, blu, verdi o rossi si distinguono fitte file di figure ovoidali disposte in griglie serrate (nella foto, «Forme in negativo», 1967). Nei decenni successivi la stessa forma si libera da un ordine prestabilito per collocarsi in modi apparentemente casuali.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

J.D., da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012