Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

New York

Nessuno tocchi Lygia

Interattività parziale al MoMA

New York. Fino al 24 agosto il MoMA ospita la prima mostra statunitense di Lygia Clark (1920-88), figura centrale del Modernismo brasiliano. La rassegna «Lygia Clark: the Abandonment of Art, 1948-88» dà risalto all’arte relazionale dell’autrice e contribuirà a rafforzare il ruolo del museo come zona calda per la performance. Curata da Luis Pérez-Oramas e Connie Butler, la mostra è la più importante mai dedicata all’artista. La Clark fu un’importante protagonista del Neoconcretismo brasiliano, un movimento influenzato dall’arte non figurativa e geometrica, simile al Costruttivismo, al Suprematismo e alla Concrete art, ma critico nei confronti della rigida tradizione dell’astrazione geometrica europea, a favore di un approccio sensoriale e interattivo. «Uno degli obiettivi della mostra è di smantellare il concetto che la Clark fosse un’artista che lavorava in due direzioni, una formale e l’altra performativa-collettiva», spiega Pérez-Oramas. Alla fine degli anni Cinquanta la Clark passò dai quadri in bianco e nero con parti rimovibili a «Bichos» (bestiole), una delle sue serie più note.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laurie Rojas, da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012