ALLEMANDI NUOVO SITO 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Vernissage

Venezia

Per capire l’architettura non servono archistar

La Biennale di Koolhaas è un libro di storia e un laboratorio di ricerca per riflettere su un secolo che, con la globalizzazione, ha uniformato lo stile internazionale. «Ospite d’onore», l’Italia

Paolo Baratta e Rem Koolhaas. Foto Giorgio Zucchiatti; Courtesy la Biennale di Venezia

Venezia. Potrebbe essere davvero diversa dalle altre questa 14. Mostra Internazionale di Architettura. Non solo perché, per la prima volta, inizia prima e dura più a lungo (sei mesi, dal 7 giugno al 23 novembre, come la Biennale d’Arte) e prevede interconnessioni con cinema, danza, musica e teatro, ma soprattutto perché si propone di essere una mostra-ricerca in cui il ruolo di protagonista è affidato all’architettura e non alle archistar. Queste le principali novità della Biennale firmata Rem Koolhaas, nominato curatore nel gennaio 2013 con largo anticipo rispetto alle edizioni precedenti.
L’architetto e teorico olandese classe 1944, fondatore del celeberrimo studio Oma e del laboratorio di ricerca Amo, era già stato interpellato in passato ma aveva posto come condizioni un periodo di apertura più lungo e un rapporto con le altre discipline della Biennale per stimolare il coinvolgimento di un pubblico più ampio e la maturazione di temi e dibattiti nel corso della rassegna.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Roberta Chionne ed Ermanno Rivetti , da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012