Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Prato

Un capolavoro di Severini

In un importante scritto pubblicato nel 1931 sulla rivista «L’Arte» di Lionello Venturi, Gino Severini traccia un bilancio della sua lunga militanza nel Futurismo e nel Cubismo alla luce di una rinnovata condizione spirituale e religiosa, ispirata dalla filosofia neotomista dell’amico fraterno, il filosofo Jacques Maritain. «L’artista» scrive,
è diretto nel suo lavoro da una sorta di simpatia sensibile che l’unisce nello stesso tempo alla vivente realtà che egli vuole esprimere, e ai mezzi d’espressione che egli impiega»; l’arte dunque deve osservare una strenua fedeltà a questa doppia ragione d’essere, l’espressione artistica valida in sé e la fedeltà al mondo sensibile che, nelle forme percepibili, è il riflesso della sua natura spirituale. Nasce da questo rinnovato approccio al mondo vivente la svolta dell’artista che segna il quarto decennio del secolo, nella quale si dissolvono le asprezze teoriche e logico-matematiche che avevano governato le sue composizioni degli anni Venti.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Daniela Fonti, da Il Giornale dell'Arte numero 342, maggio 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012