Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fulmini e saette

Roma

Mino il selvaggio

Disegnatore satirico, pittore, incisore, giornalista e direttore della rivista «Il Selvaggio» durante il ventennio fascista, Mino Maccari (1898-1989) non tradì mai la sua verve anticonformista, che lo portò ad assumere un vivace ruolo critico all’interno del regime, rispetto alla strategia di normalizzazione attuata da Mussolini. Fino al 31 maggio, Marchetti, con l’Archivio Mino Maccari, propone «L’ironia visionaria di un insidioso pennello», retrospettiva composta da una trentina di dipinti eseguiti tra il 1954 il 1984 dall’artista senese in cui, con spirito sulfureo e un espressionista temperamento di colorista, affronta la realtà della vita italiana e ne valuta gli aspetti borghesi e negativi. In mostra, tra le altre opere, «Autoritratto con bicchiere» (1976, nella foto) in cui Maccari appare ricurvo sotto il peso degli anni e apparentemente distaccato, il ritratto del suo alter ego intellettuale, Ennio Flaiano, e «Parata» (1956) in cui gaudenti giovani donne in vesti militari giocano alla guerra.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

F.R.M., da Il Giornale dell'Arte numero 342, maggio 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012