Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Tubi or not to be

Firenze. La Eduardo Secci Contemporary di Firenze apre in centro nella nuova sede di via Maggio 51r, con una mostra dedicata a Paolo Grassino a cura di Marco Meneguzzo e Daniele Capra, autori anche dei testi in catalogo. «Ciò che resta», visibile sino al 31 maggio, è il titolo dell’ultimo lavoro di grandi dimensioni del quarantasettenne artista torinese, un enorme cranio realizzato in tubo corrugato e ferro (nella foto), cui si affiancano altre opere che, pur senza il riferimento esplicito al memento mori, sono ugualmente pervase dal sentimento che dà il titolo alla mostra. Grassino evoca quindi un tema cardine, tabù dell’arte occidentale, quello della fine, della precarietà e della mutazione, da anni al centro della sua riflessione sulle derive della nostra società, del mondo industrializzato, ostile e indifferente, dei cui oggetti talvolta però la natura riprende violentemente possesso.

...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

L.L. , da Il Giornale dell'Arte numero 342, maggio 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012