Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Ascona

Ben venga Maggia

Era il 1964 quando Pierre Casè, allora un ventenne artista di Locarno, allestì la sua prima personale nella galleria La Cittadella di Ascona. A 50 anni da allora, per festeggiare quella sua mostra d’esordio e per celebrare il suo settantesimo compleanno, il Museo Epper Ascona, sostenuto dalla Fondazione Ignaz & Mischa Epper, apre i suoi spazi alla mostra «Pierre Casè. Ritorno alle origini», visibile fino al 29 giugno, in cui l’artista ha riunito venti opere di medio formato della serie «Tracce», cento piccoli esemplari del ciclo «Frammenti arcaici» e sette stele intitolate «Impronte nel tempo» (nella foto, un esemplare). Sono lavori in cui i colori delle terre e della ruggine, che intridono la gran parte delle opere di Casè, lasciano spazio a un bianco dilavato, da vecchio muro: «Sono  i muri di Maggia», spiega l’autore, alludendo al borgo ticinese dove vive; muri che da sempre gli «pongono le medesime domande esistenziali», qui solcati da graffiti elementari che ne incidono la superficie scabra per animarla di un messaggio proveniente in apparenza da un passato primordiale.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ad. M., da Il Giornale dell'Arte numero 342, maggio 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012