Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Torino

La Fondazione è open

Sulla scia delle istituzioni locali (Regione Piemonte e Comune di Torino) e di alcuni prestigiosi musei esteri (dal British Museum al Rijksmuseum di Amsterdam al Museo nazionale danese) la Fondazione Torino Musei entra nel mondo degli «open data», e tramite il sito opendata.fondazionetorinomusei.it consente ora, per la prima volta in Italia, l’accesso libero a un consistente corpus di dati. L’iniziativa riguarda i quattro musei della Fondazione (Palazzo Madama, Gam, Mao e Borgo Medievale) e le informazioni a disposizione sono molteplici: l’elenco delle opere delle collezioni con immagini (a bassa risoluzione ma senza filigrana/watermark), i dati di affluenza del pubblico, le metriche web e social, restauri e prestiti per il biennio 2012-13. Le modalità di utilizzo dei dati sono quelle contenute nella definizione stessa di open data: «I dati aperti sono dati che possono essere liberamente utilizzati, riutilizzati e ridistribuiti da chiunque, soggetti eventualmente alla necessità di citarne la fonte e di condividerli con lo stesso tipo di licenza con cui sono stati originariamente rilasciati».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ni. P., da Il Giornale dell'Arte numero 342, maggio 2014


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012