Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

New York

La star che credeva nelle stelle

Forse un oroscopo favorevole aveva convinto Polke a «esporsi» al MoMA

Sigmar Polke, «Frau Herbst und ihre zwei Tochter», 1991, Minneapolis, Walker Art Center. © 2014 The estate of Sigmar Polke/Artists Rights SOciety, New York.

Sigmar Polke amava la contraddizione e la privacy. Per questo è stata una sorpresa quando l’artista ha acconsentito a una retrospettiva del suo lavoro. Kathy Halbreich, che la cura per il MoMA, sapeva fin dall’inizio che questa, allestita dal 13 aprile al 9 agosto, sarebbe stata una mostra importante. Quando, nel 2010, l’artista tedesco è morto, all’età di sessantanove anni, ha lasciato in eredità cinquant’anni di dipinti, sculture, film, fotografie e disegni, molti di grandi dimensioni. La Halbreich ha limitato la sua scelta a circa 250 opere per una delle più vaste mostre nella storia del museo newyorkese. L’ultima mostra di Polke in un museo statunitense risaliva al 1990, nel San Francisco Museum of Modern Art. Al Walker Art Center di Minneapolis, che ha diretto dal 1991 al 2007, la curatrice ha acquisito una collezione completa di stampe e multipli di Polke, oltre al dipinto «Frau Herbst und ihre zwei Töchter» del 1991 ora esposto. Quando propose a Polke una mostra interdisciplinare, si aspettava un rifiuto.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Jonathan Griffin, da Il Giornale dell'Arte numero 341, aprile 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012