Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

New York e Londra

L'Art Institute «razionalizza»

Philips in autunno vende fotografie di Hine, Cartier-Bresson e Weston dal museo di Chicago

Lewis Hine, «Carolina Cotton Mill», 1908, stampata negli anni Venti. Image courtesy of Philips

A noi vecchi europei fa sempre molto effetto leggere di un museo che mette in vendita i propri gioielli di famiglia, ma in realtà il fatto non dovrebbe stupire più di tanto, soprattutto se il museo in questione è l’Art Institute of Chicago. Meno di due anni fa, infatti, la prestigiosa istituzione americana aveva emesso 101 milioni di dollari in bond per riuscire a pagare le pensioni dei suoi dipendenti: è ben poca cosa, allora, la dispersione di un cospicuo pacchetto di fotografie, seppure di autori come Lewis Hine, Henri Cartier-Bresson, Edward Weston, Irving Penn, Robert Frank, per non dirne che alcuni. Il direttore del dipartimento di fotografia del museo, Matthew S. Witkowsky, dichiara trattarsi del risultato di un lavoro di studio e di conseguente razionalizzazione delle collezioni, di una vendita destinata a finanziare ulteriori nuove acquisizioni. Viene persino evocato il quarantesimo anniversario della costituzione del Dipartimento come occasione di riflessione e celebrazione, e non va mai dimenticato che un museo è, in questa parte del mondo, a tutti gli effetti un’impresa, però è chiaro che il segnale si presta alle più varie interpretazioni.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Walter Guadagnini, da Il Giornale dell'Arte numero 340, marzo 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012