Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fulmini e saette

Roma

Babele in cella

«Postbabel e dintorni» è un progetto espositivo di Vittorio Messina curato da Bruno Corà e visibile al Macro Testaccio sino al 4 maggio. Nei due padiglioni museali l’artista siciliano (1946) dispone opere e installazioni di dimensioni notevoli, che costituiscono una nuova svolta nel suo lavoro e che troverà un ulteriore sviluppo in una successiva rassegna alla Kunsthalle di Göppingen dal 6 aprile al primo giugno. Il tema della città è fondamentale nella produzione di Messina, concepita come proliferazione di un nucleo centrale generatore di «celle», ovvero di unità componibili all’infinito, un nucleo che si addensa nel tessuto urbano e diventa visione di un modo di essere al mondo. «Da tempo rifletto sul tema di Babele, della città e del linguaggio, spiega Messina. Così come si configura nel testo biblico mi è parso incredibilmente attuale. Le barriere del tempo e dello spazio si sono come dissolte nella rete immensa della comunicazione contemporanea, che, come una nuvola, avvolge gli spostamenti rapidi e inevitabili della tecnologia».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Francesca Romana Morelli, da Il Giornale dell'Arte numero 340, marzo 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012