Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Firenze

Il marchio Marchi

L’avventura nell’editoria ha inizio per Ferruccio Marchi nel 1964 e presto matura un’idea nuova del libro d’arte che diviene sensibile interprete del concept della mostra. L’editore fiorentino pubblica il primo catalogo nel 1967 per la mostra, curata da Carlo Ludovico Ragghianti per Palazzo Strozzi, «Arte Moderna in Italia 1915-1935». Pochi mesi dopo nascerà il Centro Di, un progetto globale di design editoriale per cui ogni catalogo diventa il manifesto di un’idea. Marchi non solo pubblica i cataloghi delle mostre d’arte contemporanea più significative di quegli anni, ma affronta con lo stesso piglio le mostre d’arte antica. Senza dimenticare, nel 1972, «Italy: the new domestic landscape», con cui al MoMA di New York ottiene il Certificate of Excellence dall’American Institute of Graphic Arts per la copertina del catalogo. Scomparso il fondatore, alla moglie Alessandra Marchi Pandolfini si è ora affiancata la figlia Ginevra. Ne ripercorre le vicende la mostra curata da Giovanni Uzzani «A misura di libro.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laura Lombardi, da Il Giornale dell'Arte numero 340, marzo 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012