Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Saggi

Goya era più aperto di Freud

Gli arcani dell'espressività del pittore spagnolo secondo Belpoliti, i suoi dualismi in uno sfavillante studio di Todorov

A pochi mesi dal librino di Marco Belpoliti, Il segreto di Goya (Johan & Levi), basato sull’idea che l’arcano dell’espressività goyesca sia da cercare nella sordità in cui il pittore sprofondò nel 1792 («la catastrofe della forma della pittura di Goya, vi si legge, è uno scivolamento continuo da un senso, l’udito, all’altro» e se la malattia lo priva d’un senso, ne scatena in lui altri), è uscito per Garzanti un appassionante saggio di Tzvetan Todorov. Sfavillante d’intelligenza, il lavoro del grande studioso introduce il lettore alla comprensione dei dualismi di un’opera divisa tra una linea pubblica (Goya era pittore del re) e una intima (l’ingente produzione di disegni, incisioni, dipinti, di cui son culmine i pannelli della Quinta del Sordo, le oggi notissime «Pinturas negras», 1820-23, custodite al Prado, eseguiti non per lucro né per esibirli, ma per autoguarigione). Col rifiuto a vedere per colori e linee convenzionali («non vedo linee, ma solo corpi illuminati o ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Alessandra Ruffino, da Il Giornale dell'Arte numero 340, marzo 2014



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012