Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

La collezione del papa

Una veduta interna dell Collezione Paolo VI di Arte Contemporanea a Concesio

Concesio (Bs). Inaugurata ufficialmente l’8 novembre 2009 in occasione della visita di papa Benedetto XVI, la Collezione Paolo VI di Arte Contemporanea era sinora aperta solo ai gruppi e su prenotazione. Dal 22 febbraio scorso, grazie all’impegno dell’Associazione Arte e Spiritualità, la Collezione Paolo VI, che appartiene alla Fondazione Opera per l’Educazione Cristiana, è invece aperta regolarmente al pubblico, corredata da una guida e con la possibilità di seguire visite guidate, percorsi e laboratori didattici (per informazioni www.collezionepaolovi.
it). Né galleria d’arte sacra né memoriale in onore di papa Montini, la Collezione Paolo
VI è piuttosto un museo che mette in atto quell’apertura all’arte del suo e nostro tempo predicata con tanta forza da Paolo VI. Circa 270 le opere esposte, tra cui Chagall, Matisse, Dalí, Severini, Picasso, Magritte, Casorati, Sironi, Morandi, Fontana, Hartung, Vedova, Hockney.
Il 22 e 23 marzo la Collezione sarà anche aperta alle tradizionali visite guidate delle Giornate di Primavera del Fai, Fondo Ambiente Italiano: l'istituzione di Concesio è infatti divenuta uno dei «Punti Fai» in virtù di un accordo, presentato il 19 marzo, in base al quale la Collezione e il Fai condividono e sostengono le reciproche missioni, promuovendo altresì le rispettive attività.

Ad.M., da Il Giornale dell'Arte numero 340, marzo 2014


  • La Collezione Paolo VI di Arte Contemporanea
  • Una veduta interna dell Collezione Paolo VI di Arte Contemporanea a Concesio

GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012