Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Detroit (Usa)

Accordo salvaDetroit

La Città di Detroit e la Financial Guaranty Insurance Company, suo maggior creditore, hanno raggiunto un accordo grazie al quale la vendita del patrimonio artistico del Detroit Institute of Arts (Dia) sarà scongiurata. Il gruppo assicurativo era uno dei più forti sostenitori del piano di rientro basato, anche, sulla dismissione delle opere d’arte di proprietà pubblica. Ma ora, per coprire almeno in parte il proprio credito, ha acconsentito all’utilizzo di strumenti diversi (denaro derivante da titoli che la Città emetterà, aree edificabili). L’accordo rappresentava l’ultimo tassello del piano di uscita dal default (circa 18 miliardi di dollari, poco meno di 15 miliardi di euro), per il quale è arrivata anche la definitiva approvazione da parte del giudice fallimentare Steven Rhodes, incaricato di valutarlo. Oltre alle opere d’arte, il «Grand Bargain», come è stata definita l’operazione, grazie all’intervento di investitori pubblici e privati (tra cui lo stesso Detroit Institute of Arts, con circa 100 milioni di dollari, 80 milioni di euro), permetterà di salvaguardare anche i fondi destinati alle pensioni dei cittadini.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012