Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Roma

I soldi di Sordi

Il 24 febbraio 2003 moriva Alberto Sordi, il 12 ottobre scorso lo seguiva, a 97 anni, la sorella Aurelia. «La signorina» come veniva chiamata, unica erede della famiglia, è stata vittima di una triste truffa che ha coinvolto parenti ed ex dipendenti. Il suo testamento, redatto il 21 aprile 2011 e pubblicato lo scorso 23 ottobre dal notaio Alfredo Maria Becchetti, risale all’anno prima della dichiarazione di «incapacità di intendere e di volere» emessa dal consulente del pubblico ministero. Questo testamento stabilisce che non solo la villa romana di via Druso 45, a due passi dalle terme di Caracalla, ma l’intero patrimonio del valore stimato di circa 80 milioni di euro, investito in beni mobili (dipinti, statue ecc.), titoli e conti correnti, vada tutto alla Fondazione Museo Alberto Sordi istituita il 31 marzo 2011. Sarà compito della fondazione, e, in caso di fallimento, del Comune di Roma, far nascere e gestire il museo nella villa di Albertone, con il divieto di alienarla e/o adibirla a usi differenti.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

F.C.G., da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012