Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Lens

Bestiario egizio

Il regno animale dell’antico Egitto nella filiale del Louvre

© Musée du Louvre, Dist. RMN-Grand Palais / Benjamin Soligny / Raphaël Chipault

Il monumentale bassorilievo di granito rosa con i quattro babbuini, che apparteneva a uno dei due obelischi del tempio di Luxor, è uno dei pezzi forti della mostra «Animali e faraoni. Il regno animale nell’antico Egitto» che si tiene dal 5 dicembre al 9 marzo al Louvre-Lens. La scultura, datata al regno di Ramses II (1279-1213 a.C.), fu offerta nel 1836 alla Francia insieme al secondo obelisco di Luxor, che da allora svetta in place de la Concorde, a Parigi. Anche il bassorilievo, in realtà, avrebbe dovuto essere esposto nella famosa piazza, ma poi si preferì relegarlo nelle sale del Louvre per via dei dettagli sessuali, molto accentuati, delle scimmie che avrebbero potuto scioccare i passanti. La filiale del museo parigino accoglie questa e circa altre 430 opere per raccontare il legame unico che univa gli antichi Egizi al mondo animale. Molte escono per la prima volta dai depositi del Louvre e sono state restaurate per l’occasione. «La fauna antica del Nilo offre la meravigliosa opportunità di apportare un chiarimento essenziale a numerosi aspetti della civiltà faraonica.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012