Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia

Bard (Aosta)

Vestigia archeologiche nel Forte di montagna

© Josef Koudelka 2011/Magnum Photos

Bard (Aosta). S’intitola «Josef Koudelka. Vestiges 1991-2014» la mostra che inaugurata il 7 dicembre nella sala delle Cannoniere al Forte di Bard (fino al 3 maggio). Leggenda vivente della fotografia, nato nel 1938 nella ex Cecoslovacchia, e naturalizzato francese, il fotoreporter di Magnum presenta per la prima volta in Italia il progetto cui lavora dal 1991, un percorso che tocca centinaia di siti archeologici attraverso i Paesi affacciati sul Mediterraneo. La mostra, curata da Gabriele Accornero e Andrea Holzherr, espone una sessantina di immagini, tra le quali 22 panoramiche di grandi dimensioni dove, nell’abituale bianco e nero, scorrono le tombe di Petra in Giordania, il Foro Romano, i Templi di Zeus e Poseidone in Grecia, quello di Apollo in Turchia, i resti di Sabratha in Libia e la colonia fondata da Traiano a Timgad in Algeria (nella foto). Il formato panoramico, che Koudelka utilizza già dal 1986, mentre prolunga il tempo della visione moltiplica il silenzio degli spazi dove il passato torna a farsi memoria. In questi teatri di pietra la figura umana non trova posto, perché la solitudine è per Koudelka dimensione necessaria ogni volta che si confronta con i luoghi. A completare il percorso, anche una proiezione di centinaia di scatti che documentano l’ampiezza di questa straordinaria ricerca. Intanto, conclusa la tappa all’Art Institute di Chicago, il J. Paul Getty Museum di Los Angeles ospita (fino al 22 marzo, per poi passare a Madrid alla Fundación Mapfre) la prima retrospettiva che gli Stati Uniti dedicano al fotografo ceco, dopo quella del 1988. «Josef Koudelka: Nationality Doubtful» ripercorre in oltre 140 immagini, tutta la sua produzione: dal reportage sull’invasione sovietica di Praga nell’agosto del 1968, che è diventato lo sguardo di tutti su quei giorni, agli anni trascorsi con le comunità rom europee per il suo «Zingari» fino agli orizzonti desolati del «Triangolo Nero» e «Caos», e al più recente «Wall», rispetto ai quali le rovine di «Vestiges» sembrano offrirsi come via di scampo, come spinta a riconsiderare valori e radici comuni.


Info: www.fortedibard.it

Chiara Coronelli, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012