GDA414 in edicola
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Il più noto, il più collezionato

La storia del Calendario Pirelli in cinque «stanze»

Già il nome, «The Cal», semplicemente «Il Calendario», racconta molto del Calendario Pirelli che, uscito per la prima nel 1964, è diventato un’opera d’arte a più mani, uno spaccato della cultura e del gusto degli ultimi cinquant’anni, una sorta di trattato sociologico (e antropologico) sul nostro tempo e, ben presto, un oggetto di culto e collezionismo. Ora, fino al 22 febbraio, è al centro della mostra «Forma e Desiderio. The Cal-Collezione Pirelli», che riunisce in Palazzo Reale (produttore della mostra con Gamm Giunti, editore anche del catalogo, e con il patrocinio di Expo) oltre 200 fotografie dal 1964 a oggi, scelte da Walter Guadagnini e Amedeo M. Turello fra le migliaia conservate negli archivi di Pirelli. Cinque le «stanze» in cui si articola il percorso: la prima guarda a «L’incanto del mondo» e presenta le immagini che fino al 1972 mostravano i paradisi tropicali, allora per pochi, o interni onirici fuori del tempo (Sarah Moon): suggestioni che torneranno negli anni Novanta in John Claridge, Herb Ritts, Peter Lindbergh e, nel nuovo millennio, in Bruce Weber e Mario Sorrenti.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA414GDA414 VERNISSAGEGDA414 GDECONOMIAGDA414 GDMOSTREGDA414 RA ASTE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012