Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquari

Arte cinese

Una sola ricetta contro i falsi

L’esperienza e la connoisseurship

Pechino. Il desiderio sempre maggiore di capire e di dimostrare la provenienza di beni nel mercato cinese delle antichità infestato dai falsi ha portato a un boom dei vecchi cataloghi di aste e mostre. Una tendenza guidata dalle decine di migliaia di consulenti d’arte, case d’asta e mercanti cinesi che negli ultimi anni si sono dotati di biblioteche private di consultazione per esperti e clienti. Collezionisti e mercanti di libri a Hong Kong e in Europa hanno dato vita a un discreto ma florido commercio di cataloghi di mostre e aste di arte e antichità cinesi.
Se la Cina ha sempre avuto un mercato nero d’importazione di pubblicazioni d’arte reperibili con poca spesa, i cataloghi su ordinazione possono costare anche migliaia di dollari. Uno dei più ricercati, ad esempio, è il catalogo di una mostra di giade arcaiche cinesi tenutasi nel 1950 presso la Norton Gallery and School of Art di West Palm Beach in Florida. Scritto dal mercante d’arte cinese C.T. Loo, può arrivare fino a 500 dollari.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Alexandra Seno, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012