Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquariato

New York: impressionisti e moderni

Cinque vendite in cinque giorni, un miliardo e 471 milioni di euro (vendute 275 opere, in media 5,3 milioni ciascuna)

338,2 milioni di euro, 2,5 volte più di Christie’s (che però vende il 90%). Con le dieci opere principali Sotheby’s quasi raddoppia il totale della rivale, ma si ferma al 79,4% dei lotti offerti

La natura morta di Van Gogh venduta a 49,5 milioni di euro. © Sotheby’s

New York. Sotheby’s ha tenuto la maggior asta della sua storia con i 338,2 milioni di euro della vendita di arte impressionista e moderna del 4 novembre. La casa d’aste ha eclissato la più modesta vendita da 132,7 milioni di euro di Christie’s della sera seguente in un settore che ha dimostrato stabili incrementi nonostante la supremazia del mercato dell’arte del dopoguerra e contemporanea.
In questa stagione, le aste serali di Sotheby’s e Christie’s hanno raggiunto insieme un totale di 587,7 milioni di dollari. A titolo di raffronto, nel novembre 2011 il risultato equivalente era stato di 340,6 milioni di dollari; nell’autunno 2012, di 367,8 milioni e 12 mesi fa di 434,5 milioni. Secondo i nostri calcoli, le vendite serali a New York di arte impressionista e moderna hanno guadagnato in media 210,9 milioni di dollari in ogni stagione dal 2006. Sotheby’s ha raggiunto più del doppio di questo risultato in ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Julia Halperin, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


  • Henry Wyndham batte l’asta di Sotheby’s. © Sotheby’s

GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012