Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Ferrara

Differente da tutti

Così fu giudicato il Bastianino, ultimo portavoce del Rinascimento estense

Sebastiano Filippi detto Il Bastianino, «Cristo al Limbo», 1585 ca, Ferrara, chiesa di San Paolo dei Carmelitani.

La mostra «Lampi sublimi a Ferrara. Tra Michelangelo e Tiziano: Bastianino e il cantiere di San Paolo», alla Pinacoteca Nazionale (piano nobile di Palazzo dei Diamanti) dal 13 dicembre al 15 marzo, squarcia l’oscurità che da tempo costringe l’opera di Sebastiano Filippi detto il Bastianino (Ferrara, 1528/1532-1602). Pittore inquieto di impulsi creativi ed esplorativi, che lo coinvolsero della pittura dei due grandi maestri dei suoi anni (prima Michelangelo e poi Tiziano), pur senza mai allontanarlo dal fastoso tramonto della corte estense. Bastianino lavorò, infatti, sempre in ambito ferrarese, formandosi soprattutto col padre Camillo (allievo di Dosso Dossi) e forse con Pellegrino Tibaldi. Costante la committenza degli Este: dalla Palazzina di Marfisa (1559) alla risistemazione pittorica delle stanze del Castello danneggiate dal terremoto del 1570 e agli affreschi del Salone e della Saletta dei Giochi e della Sala dell’Aurora del Castello Estense a metà degli anni 1570 per il duca Alfonso II, alle tre tarde tavole per la duchessa Margherita Gonzaga (l’«Adorazione dei pastori», la «Vergine dolente» e il «Volto di Cristo», ora al Palazzo Ducale di Mantova).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Giovanni Pellinghelli del Monticello, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012