Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Humlebæk

Paula Modersohn-Becker, l’outsider di moda

Al Louisiana Museum una retrospettiva della pittrice alla quale Rilke dedicò il suo «Requiem per un’amica»

Paula Modersohn-Becker, «Donna distesa con figlio II», 1906, Brema, Paula Modersohn-Becker Museum

Humlebæk (Danimarca). Un anno dopo la morta della pittrice Paula Modersohn-Becker (1876-1907), all’età di 31 anni, il poeta Rainer Maria Rilke le dedicò il suo «Requiem per un’amica»: «a te, artefice di grandi trasformazioni, più di qualsiasi altra donna», scrisse.
Pur essendo consapevolmente radicale, il lavoro dell’artista tedesca inizialmente non fu accolto oltre un ristretto gruppo di amici e familiari, spiega Tine Colstrup, curatrice della retrospettiva che il Louisiana Museum le dedica dal 5 dicembre al 6 aprile. La Modersohn-Becker espose solo due volte nella sua breve vita e delle poche tele vendute una fu proprio a Rilke. Il fatto che sia stata la prima artista donna al mondo a cui è stato dedicato un museo (aperto nel 1927 a Brema, la città in cui crebbe, per ospitare la collezione di Ludwig Roselius, un commerciante di caffè) potrebbe spiegare il perché del suo lento decollo. La quantità di opere conservate a Brema, più di 100 dipinti e 700 disegni di proprietà ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Hannah McGivern, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


Sovracoperta dicembre 2018

GDA dicembre 2018

Vernissage dicembre 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo dicembre 2018

Vedere a ...
Vedere in Campania 2018

Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012