Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Vicenza

Progettista compulsivo

È un disegno davvero unico quello noto come «Uffizi 20 A» (nella foto in basso), tra i pochi autografi dei molti attribuiti a Donato Bramante (1444-1514): è la pianta di quella che doveva essere la nuova Basilica di San Pietro a Roma. Nel 1506 Bramante ricevette l’incarico da Giulio II; subito prese un foglio da lavoro, sullo sfondo la preesistente basilica costantiniana a cinque navate, e cominciò a progettarvi sopra. Insoddisfatto lo abbandonò più volte per proseguire su altri fogli ma sempre, alla fine, ritornando all’originale. Questo per almeno quattro o cinque volte. Dei disegni complementari non rimane traccia, se non nelle diverse stratificazioni di quello primigenio, che è un palinsesto di tutte le sue idee relative al progetto. Fino all’8 febbraio è esposto al Palladium Museum nella mostra «Donato Bramante e l’arte della progettazione», insieme a due disegni di Palladio, conservati al museo, relativi al Tempietto di San Pietro in Montorio (Roma) e alla meno nota Chiesa di San Biagio (periferia di Milano).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

L.P., da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012