Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fulmini e saette

Milano

Ricordi Aricò?

Mentre alle Gallerie d’Italia-Piazza Scala prosegue fino al 18 gennaio «Rodolfo Aricò. Pittura inquieta. Gli anni Novanta» a cura di Francesca Pola, le gallerie A Arte Invernizzi e Lorenzelli presentano fino al 23 gennaio una doppia personale del protagonista della Pittura analitica, che si snoda come un unico percorso fitto di opere esemplari della sua vicenda. L’itinerario, che riunisce opere (1930-2002) dalla metà dei Sessanta fino ai Novanta, si avvia da Invernizzi con i «Senza titolo» del 1967, quando l’autore già aveva partecipato alla Biennale di Venezia (vi sarebbe tornato nel ’68 con una sala, poi nell’86) e aveva da poco avviato l’indagine sugli aspetti oggettuali del fare artistico. In queste opere prendevano forma le sue riflessioni intorno a una radicale riduzione formale del suo lavoro, mentre dal 1972 con l’opera «Area/Prospettiva», in mostra, Aricò apriva una nuova ricerca sulla sequenza, con strutture unitarie e composite a un tempo, nelle quali il colore assume inattese vibrazioni luminose.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ad.M., da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012