Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Milano

Icaro in gabbia

Al Peep-Hole sculture dell’artista torinese dagli anni Sessanta ad oggi

Le sculture di Paolo Icaro, artista torinese, classe 1936, non indagano semplicemente la nozione di spazio: riplasmano l’anatomia dell’ambiente in cui si trovano, ne reinventano le coordinate geografiche attraverso un’attitudine quasi architettonica. Lo dimostrano, ad esempio, le sue gabbie metalliche, una delle quali («Gabbia Pliniominio», 1967) è stata presentata da Massimo Minini nella sezione Back to the Future di Artissima nel 2010. Fino al 7 febbraio, lo spazio non profit di Milano Peep-Hole ospita una panoramica delle opere dello scultore dalla fine degli Sessanta ad oggi. «Appunti di viaggio», titolo che allude a una narrazione, quella innescata dal dialogo tra le opere in mostra, raggruppate per gruppi tematici, comprende lavori chiave nella produzione dell’artista (tra gli altri, «Black Gate» e «Cumulo rete», rispettivamente del ’67 e del ’68) insieme a lavori mai esposti, come il ciclo fotografico «Nicchia» (1974), e a un intervento site specific. Tre i nuclei concettuali attorno a cui gravita la mostra: misurazione, autobiografia e memoria.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Federico Florian, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012