Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Il tallone di Achille

Il critico è il don Giovanni della conoscenza

«Penso che vi sia solo una via d’accesso alla scienza o alla filosofia: imbattersi in un problema, vederne la bellezza e innamorarsene; sposarlo, convivere felicemente con esso, finché morte non li separi. A meno che non incontriate un altro e ancor più affascinante problema, o a meno che, in verità non ne otteniate una soluzione. Ma anche se riuscite a trovare una soluzione, potreste poi scoprire, con vostra delizia, l’esistenza di una intera famiglia di incantevoli, anche se forse difficili, figli del problema, per il cui benessere potreste lavorare fino alla fine dei vostri giorni» (Karl Popper). Ecco descritto lo statuto della critica d’arte. Il critico ha bisogno di un bersaglio, un orizzonte in cui muovere i suoi attacchi, egli che nel suo assedio amoroso è don Giovanni della conoscenza.


...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Achille Bonito Oliva , da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012