Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Dai nostri inviati speciali, i lettori

Battipaglia (Salerno)

La Castelluccia abbandonata

Il castello di Battipaglia è fortemente degradato dopo un ventennio di totale incuria

È a rischio demolizione il Follone di Pinerolo, conosciuto anche come Merlettificio Turck, da oltre 600 anni uno dei simboli più amati della città. Tipico esempio di archeologia industriale, è un’antica fabbrica laniera di notevoli dimensioni con una facciata in muratura di mattoni ritmicamente scandita dalle aperture che, ripetute per i quattro piani, segnano l’intero volume.
Fu costruito nel Quattrocento lungo il rio Moirano, dove si trovavano gli antichi paratori di stoffe; ampliato nel 1723, nel 1765 aveva alle dipendenze già trecento persone e il re lo denominò Lanificio di Pinerolo. Durante il periodo napoleonico raggiunse i 1.500 dipendenti e anche dopo la crisi il Follone rimase una delle prime industrie del pinerolese. Nel 1881 il fabbricato fu alienato dal municipio e dal 1895 una parte venne destinata alla lavorazione tessile, mentre la restante fu affittata alla Fabbrica di Pizzi e Merletti, sotto la direzione di Ugo Turck, il primo ad aver introdotto in Italia la fabbricazione di pizzi a macchina.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Associazione Civica Mente , da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012