Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Degrado urbano

Napoli è tutta transennata

Crollano facciate, cornicioni, gallerie e statue del più grande centro storico d’Europa, sito Unesco. Transenne e divieti ovunque, da Palazzo Reale alla Galleria Principe di Napoli, dal Teatro Mercadante a Palazzo Carafa

Ponte a Chiaia, con la rete per proteggere i passanti dalla caduta di intonaco.

Napoli. I segnali del degrado sono così evidenti che qualcuno propone il casco obbligatorio per camminare nel centro storico di «Transennapoli» dove i crolli di cornicioni e lastre di marmo dagli edifici storici sono all’ordine del giorno. Molti avvenuti, altri annunciati da evidenti segni di cedimento senza che si provveda a una vera manutenzione. L’ultimo nastro arancione che segnala il pericolo, circonda, da metà settembre, il Teatro Mercadante. La facciata si sbriciola. Intorno, nell’enorme centro storico, il più grande d’Europa, sito Unesco dal 1995, sembra sia passato il terremoto. Imbrigliato Palazzo Reale e chiusa la Galleria Principe di Napoli, da tempo in degrado, per probabili «gravi cedimenti strutturali» dice l’avviso, dopo che a luglio un ragazzo è stato ucciso dalle pietre della Galleria Umberto I i cui cornicioni e soffitti malandati erano, da tempo, sotto gli occhi di tutti. «Da anni la Galleria assassina è un luogo fatiscente e degradato a grave rischio ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Tina Lepri , da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014


  • La Galleria del Principe.
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012