Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Mercati emergenti

Per i cinesi meglio in privato

I nuovi ricchi, anche in Cina, apprezzano sempre più la riservatezza sui prezzi delle transazioni

Il vaso arcaico cinese in bronzo venduto privatamente da CHristie's all'inizio dell'anno a un pool di investitori cinesi.

I compratori cinesi d’arte sono noti per il loro amore per la teatralità delle affollate sale d’asta internazionali, ma molti acquirenti della Cina continentale stanno conducendo le loro transazioni sempre più spesso in modo privato. All’inizio dell’anno, Christie’s ha mantenuto uno dei suoi lotti più importanti, un grande vaso cinese arcaico in bronzo ritenuto antico di circa 3mila anni, fuori dal catalogo d’asta per venderlo direttamente a un gruppo di uomini d’affari della Cina continentale per un prezzo che si ritiene prossimo ai 30 milioni di dollari (quasi il doppio delle stime). Se molti compratori asiatici hanno per lungo tempo preferito mantenere un certo anonimato grazie alle offerte telefoniche, per i cinesi continentali le trattative private offrono il vantaggio aggiuntivo di tenere i prezzi fuori dal pubblico dominio. L’aggressiva campagna cinese contro la corruzione e in favore dell’austerità scoraggia i ricchi dallo strombazzare il loro elevato tenore di vita. ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Alexandra Seno, da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012