Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Londra

Le scuse per non pagare

La più bizzarra è quella del «gatto che salta sul computer»

Una paletta alzata a un'asta. © Cultivating Culture

Il mancato pagamento di opere comprate all’asta (un problema noto ai venditori in Cina in questi ultimi anni) è comune anche in Europa e negli Stati Uniti, con uno specialista che pone il tasso medio al 10%. In giugno, Sotheby’s ha intrapreso un’azione legale contro Olyvia Kwok, una mercante e consulente d’arte londinese, per il mancato pagamento di due dipinti, «Water-worshipper» di Jean-Michel Basquiat, 1984, e «Idilli» di Cy Twombly, 1976, per cui aveva con successo offerto rispettivamente 2,5 milioni di sterline e 386.500 sterline il 12 febbraio a Londra. In un comunicato pubblico, la Kwok, che gestisce Willstone Management, una società attiva in quel settore, ha dichiarato che stava acquistando le opere per conto di Andrew Fleming, un cliente europeo residente a Hong Kong, che non era in grado di pagarle. «Un agente che presenti offerte per qualcun altro che si scopre che non vuole pagare è una situazione che non ci è nuova», dice Jonathan Olsoff, direttore mondiale Sotheby’s dell’ufficio controversie legali.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Daniel Grant , da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012