Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fulmini e saette

Verona

Vitali dall'alto

Ogni volta che le si guarda bisognerebbe tenere presente che le fotografie di Massimo Vitali sono scatti puliti, privi di ritocchi, realizzati in analogico con macchine che montano lastre di grande formato per una precisione di dettagli e una nitidezza che nessun intervento digitale assicura (nella foto, «Unnamed»). Dopo vent’anni di attività freelance e un excursus nel cinema, dal 1993 Vitali si rivolge a una fotografia sempre più implicata con l’arte contemporanea. Con il banco ottico posizionato a sei metri d’altezza comincia a studiare la «socialità umana» come farebbe un etologo, sedotto dallo spettacolo che l’umanità offre di sé quando si aggrega in colonie e va a insediarsi sulle spiagge, in discoteca, nei luoghi dello svago. Il 9 ottobre a Verona, Studio la Città inaugura la stagione dedicando a Vitali una personale che affianca le sue spiagge più note alle scogliere della Galizia e ai mercati brasiliani di São Paulo e Rio de Janeiro, nell’inconfondibile luce bianca che allaga i colori delle gigantografie, sotto plexiglass e montate su alluminio (fino al 29 novembre).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

C. Co. , da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012