Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Messico

Cisterne a forma di bottiglia

Due città maya sotto la foresta pluviale dello Yucatàn

Il mascherone del Dio della Montagna a Lagunita.

Nell’epoca in cui alcuni satelliti riescono a vedere oggetti di pochi centimetri, mentre altri riescono a guardare sotto la cappa di una foresta o a individuare le strutture sepolte sotto il terreno, le missioni di coloro che vanno in situ per fare un rilievo archeologico potrebbero apparire inutili o superflue. Tuttavia, i risultati della missione slovena nello Yucatán ci ricordano che è ancora fondamentale il rilievo diretto sul campo. Recentemente, infatti, una squadra del Centro Ricerche dell’Accademia delle Scienze e delle Arti di Zagabria diretta da Ivan Šprajc ha scoperto due nuove città maya sepolte nella foresta pluviale: Lagunita e Tamchén. La prima, in realtà, era già stata individuata negli anni Settanta da Eric Von Euw, che aveva consegnato al Peabody Museum i disegni dei monumenti principali. Tuttavia, dato che le informazioni sull’esatta collocazione del sito erano andate perdute, nessuno sapeva esattamente dove si trovasse Lagunita. «Per ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Antonio Aimi , da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012