Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

San Secondo di Pinerolo

San Sebastiano martire bello

Antonio Rimpatta, «San Sebastiano», 1511 ca

San Secondo di Pinerolo (Torino). Il suo cruento e terribile martirio nel III secolo, con il corpo trafitto da decine di frecce, l’ha fatto diventare uno dei santi più ricorrenti nella storia dell’arte. San Sebastiano e la sua iconografia sono i protagonisti della mostra «San Sebastiano. Bellezza e integrità nell’arte tra Quattrocento e Seicento», aperta al Castello del Miradolo dal 5 ottobre all’8 marzo e curata da Vittorio Sgarbi con la collaborazione di Antonio D’Amico. La storica dimora pinerolese ha accolto oltre 80mila visitatori negli ultimi sei anni grazie agli eventi e alle mostre organizzate e promosse dalla Fondazione Cosso, ente culturale non profit nato nel 2008 e con sede nel Castello. «È la terza mostra pensata e ideata da Sgarbi che ospitiamo, spiega Maria Luisa Cosso, presidente della Fondazione Cosso, dopo quelle dedicate rispettivamente a Tiziano e a Lorenzo Lotto. In totale sono presenti 43 capolavori». Scorrendo i titoli delle opere s’incontrano nomi come Rubens, Tiziano, Guido Reni, Mattia Preti e anche una statua in terracotta invetriata di Andrea Della Robbia. Vi figurano pezzi che arrivano dagli Uffizi di Firenze, dal Museo di Capodimonte di Napoli, dal Museo Correr di Venezia e a cui s’aggiungono dipinti di collezioni private newyorkesi e madrilene. «Il percorso espositivo affronta il tema di san Sebastiano dalla fine del Quattrocento alle grandi tele del Seicento, spiega Antonio D’Amico. Grazie a questa mostra è stato possibile ritrovare un “San Sebastiano” di Mattia Preti che si credeva perduto: un tela datata 1656 di proprietà di una collezione privata spagnola e compagna di un’altra opera nota del Preti, dello stesso anno, custodita nel Museo di Capodimonte» (nella foto, Antonio Rimpatta, «San Sebastiano», 1511 ca).

Emmanuele Bo , da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012