Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Roma

Bassifondi barocchi

A Villa Medici la Roma misera e viziosa nelle opere seicentesche: dai caravaggeschi a Lanfranco

Giovanni Lanfranco, «Giovane nudo sul letto con un gatto», 1620-22, collezione privata.

Dal 7 ottobre al 18 gennaio le Grandes Galeries dell’Accademia di Francia sono animati da «I bassifondi del Barocco. La Roma del vizio e della miseria» (catalogo Officina Libraria), originale mostra con oltre 50 opere seicentesche scelte da Francesca Cappelletti e Annick Lemoine nell’ambito di una collaborazione tra Villa Medici e il Petit Palais di Parigi, dove la mostra si sposterà dal 24 febbraio al 24 maggio 2015. Abituati da secoli di pittura di e del genere, opere così non ci fanno più alcun effetto, scadute negli esiti più tardi, specie ottocenteschi, in un’arte vernacolare facilmente commercializzabile. Allora invece segnarono una rivoluzione totale nella concezione dell’arte, i cui temi fino a inizi Seicento erano stati solitamente aulici, religiosi, storici o mitologici, mai abbassandosi a un realismo tanto smaccato e a soggetti tanto triviali. Fu il Caravaggio, come si sa, che con spiritualismo pauperistico e il suo naturalismo potente per primo adottò popolani a modelli dei suoi dipinti anche religiosi, rompendo gli schemi con grande scandalo.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 346, ottobre 2014



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012