Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Trieste

Manlio dall’occhio lungo

Malabotta? Lo sguardo del collezionista era lo stesso del critico e del fotografo

Trieste. Sino al 2 marzo è aperta al Magazzino delle Idee la mostra «Manlio Malabotta e le arti. De Pisis, Martini, Morandi e i grandi maestri triestini», ideata dalla Provincia in collaborazione con l’Archivio di Stato di Trieste e il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Filippo De Pisis di Ferrara. Da quest’ultima istituzione provengono i 58 tra dipinti e disegni di De Pisis, in origine nucleo fondante della collezione del notaio triestino, che la moglie, Franca Fenga Malabotta, nel 1996 ha donato al museo ferrarese. Visitando la mostra e sfogliando il catalogo (Silvana Editoriale), un vero e proprio volume che ricostruisce la complessa figura di questo poliedrico uomo di cultura (Trieste, 1907-75), emerge l’immagine di un intelligente studioso d’arte, un fotografo di qualità, un poeta, un critico d’arte, uno scrittore di poesie dialettali, un bibliofilo, oltre che di un raffinato collezionista. Malabotta riuscì a dar vita a una raccolta d’arte pensata, studiata e ricercata con cura, che progettava di custodire nella sua straordinaria dimora triestina.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Claudia Crosera, da Il Giornale dell'Arte numero 338, gennaio 2014


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012