Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Londra

Dada Höch

Fotomontaggi e collage alla Whitechapel

Hannah Höch, «From the Collection: From an Ethnographic Museum», 1929, Edimburgo, Scottish National Gallery of Modern Art . Courtesy Whitechapel Gallery

Londra. Pioniera del fotomontaggio e unica donna membro del Dada berlinese, Hannah Höch affrontò il paradosso di essere la «nuova donna» nella Germania di inizio Novecento. In quegli anni le donne ottennero infatti nuove libertà nella vita pubblica, come il diritto di voto e la possibilità di svolgere incarichi pubblici, mantenendo però intatte le catene del privato, come il ruolo nella famiglia. L’artista si interessò a questi temi con le tecniche che le erano più congeniali, il collage e il fotomontaggio, due procedimenti che le avanguardie storiche tedesche avevano intensamente sperimentato. Per la sua prima importante retrospettiva inglese alla Whitechapel Gallery, dal 15 gennaio al 23 marzo, i cocuratori Daniel Herrmann e Dawn Ades hanno riunito circa 120 opere su carta che spaziano dagli anni Dieci agli anni Settanta del ’900, concesse da prestatori internazionali. La Höch lavorava per Ullstein Verlag, una casa editrice tedesca di riviste di moda e femminili, fonte di molte delle sue immagini.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laurie Rojas, da Il Giornale dell'Arte numero 338, gennaio 2014


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012