Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Londra

Derek Jarman non è solo Caravaggio

Nel ventesimo anniversario della morte, la poliedrica produzione dell’artista e regista inglese, che spaziava dalla pittura alla Video art

Derek Jarman. © Ray Dean

A febbraio cade il ventesimo anniversario della morte per Aids del regista, videoartista e attivista politico Derek Jarman (1942-94). Un anno di eventi, dal titolo «Jarman 2014», ne celebra vita e opera, tra cui il celebre film «Caravaggio» (1986), evocazione a un tempo iperrealistica (per gli straordinari tableau-vivant) e neopasoliniana del pittore lombardo.
Si inizia con «Derek Jarman: Pandemonium», che il Cultural Institute del King’s College di Londra presenta dal 23 gennaio al 9 marzo nelle Inigo Rooms della Somerset House. La fama postuma di Jarman si deve ai suoi lungometraggi anticonformisti, al sostegno dei diritti degli omosessuali, alla lotta contro l’Aids e al giardino da lui creato al Prospect College di Dungeness, nel Kent, oltre al premio annuale in suo onore consegnato a videoartisti emergenti.
La mostra prende in esame gli esordi della sua attività, negli anni Sessanta, quando Jarman era studente al King’s College per poi studiare pittura alla Slade School of Art, e la sua affermazione come artista, lavorando in magazzini lungo il Tamigi che occupava prima della riqualificazione dei docks di Londra, alla fine degli anni Ottanta.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Iain Millar, da Il Giornale dell'Arte numero 338, gennaio 2014


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012