Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Londra

Così cadde Symes

Robin Symes e il suo socio in affari Christo Michaelides sono stati tra i più importanti mercanti di arte antica a livello mondiale, fino alla scomparsa di quest’ultimo, morto nel 1999 in seguito a una caduta in una villa italiana dov’era ospite a cena del collezionista americano di antichità Shelby White e di Leon Levy. Peter Watson e Cecilia Todeschini hanno dedicato a Symes un capitolo del loro libro, The Medici Conspiracy (2006), in cui descrivono la discussione tra Symes e la famiglia Michaelides su come dovesse essere divisa la Robin Symes Ltd. Symes denunciò la famiglia in un tribunale di Atene nel 2001, sostenendo che stavano interferendo nei suoi affari. Più tardi ritirò la denuncia. Nel frattempo, i Michaelides si rivolsero all’avvocato Ludovic de Walden, che ottenne un’ingiunzione a Londra per accedere ai circa 30 magazzini di Symes e congelare i suoi beni. Si scoprì che possedeva una collezione di circa 17mila pezzi, con un valore stimato in 125 milioni di sterline.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

J.P., da Il Giornale dell'Arte numero 338, gennaio 2014


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012