Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Senza voce né storia

Cratere a calice attico a figure rosse, firmato da Euxitheos come vasaio e da Euphronios come ceramografo; raffigura il trasporto del corpo di Sarpedonte “ detto cratere di Euphronios” – 515 a.C. – Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Roma recupero Carabinieri T.P.C.

Roma. La 32ma edizione della Mostra Europea del Turismo e delle Tradizioni Culturali che si tiene ogni anno a Castel Sant’Angelo è dedicata alla collaborazione ormai ventennale tra Centro Europeo per il Turismo e Forze dell’Ordine. «Capolavori dell’archeologia: recuperi, ritrovamenti, confronti», dal 21 maggio fino al 10 novembre, curata da Mario Lolli Ghetti e dalla direttrice del castello Maria Grazia Bernardini, con un comitato scientifico presieduto dall’archeologo ed ex soprintendente capitolino Eugenio La Rocca, presenta una volta di più la preziosissima attività di contrasto degli illeciti (furti, scavi clandestini, esportazioni illegali ecc.) effettuata da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato. Quest’anno la mostra riguarda esclusivamente il patrimonio archeologico, con diverse tipologie sia di materiali, tra cui bronzi, marmi, affreschi, ceramiche, argenti e oreficerie, sia di territorio di provenienza e datazione, messi a confronto con reperti analoghi ma provenienti da scavi scientifici, addirittura con contesti integri nel caso di alcuni corredi funerari. Il danno maggiore degli scavi clandestini infatti sta proprio nella distruzione di ogni riferimento ai contesti originari dei manufatti rinvenuti, ridotti così a oggetti di una bellezza senza voce e senza storia. La mostra si articola in nove sezioni che spaziano da tematiche più generali come i colori del marmo, la grande decorazione parietale, gli acroliti, i kouroi e le korai simboli dell’aristocrazia, a focus su alcuni degli interpreti maggiori della ceramografia attica e italica tra cui Eufronio (nella foto il celebre cratere attico a figure rosse col trasporto del corpo di Sarpedonte, 515 a.C., restituito nel 2006 dal Metropolitan Museum di New York e oggi esposto al Museo Etrusco di Villa Giulia), Eutimide, il pittore di Dario, il pittore di Amykos, a soggetti di grande diffusione come le corse e gli aurighi della Roma imperiale. Catalogo Gangemi.

Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 331, maggio 2013


  • Kouros in marmo, marmo pario, Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria recupero Guardia di Finanza T.P.A.

Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012