Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

È Gerhard Richter il più caro artista vivente (ma il record lo fa Barnett Newman)

37,1 milioni di dollari per «Domplatz, Mailand» e 43,8 milioni per «Onement VI» nell'asta di contemporaneo battuta ieri sera da Sotheby's a New York. 293,6 milioni l'incasso

Un momento della vendita di arte contemporanea tenuta da Sotheby's a New York: il dipinto visibile alle spalle del banditore è «Onement VI» di Barnett Newman, top lot della serata a 43,8 milioni di dollari

New York. Ha incassato 293,6 milioni di dollari (cioè 226,2 milioni di euro) l’asta serale di arte contemporanea tenuta da Sotheby’s ieri sera nella sede di York Avenue (le stime totali preasta erano comprese tra 284 e 383 milioni di dollari).
Il prezzo più alto della vendita, 43,8 milioni di dollari (33,7 milioni di euro) è stato pagato per «Onement VI» di Barnett Newman, del 1953, opera stimata tra 30 e 40 milioni di dollari e coperta da una garanzia prestata da terzi, come scrive il sito bloomberg.com. La cifra è il nuovo record per l'artista newyorkese, scomparso nel 1970.
Il dipinto è stato acquistato dalla vicepresidente di Sotheby’s Europa per l’arte contemporanea Claudia Dwek per conto di un cliente collegato al telefono.
Un altro record d’artista è stato battuto da Gerhard Richter, con «Domplatz, Mailand», una tela realizzata nel 1968 per conto della Siemens Elettra per la sua sede milanese. I 37,1 milioni di dollari (o 28,5 milioni di euro) pagati per questo dipinto sono anche il nuovo record per un artista vivente (le stime oscillavano tra 30 e 40 milioni di dollari). Altre aggiudicazioni di rilievo si sono avute per Jackson Pollock («The Blue Unconscious» del 1946 ha cambiato proprietà per 20,9 milioni di dollari, cioè 16,1 milioni di euro, contro stime di 20-30 milioni di dollari), Yves Klein (il cui nuovo record per una scultura è di 22 milioni di dollari, o 16,9 milioni di euro, pagati ieri per «Sculpture éponge bleue sans titre, Se 168», del 1959) e Cy Twombly: «Untitled (Bolsena)», del 1969, è passato di mano al secondo prezzo mai battuto per l’artista all’asta, 15,4 milioni di dollari (cioè 11,9 milioni di euro), contro stime di 10-15 milioni di dollari.
Non è stato venduto invece uno dei pezzi forti dell'asta, «Study for portrait of P.L.», un olio su tela del 1962 di Francis Bacon stimato tra 30 e 40 milioni di dollari.

Articoli correlati:

La piazza del Duomo di Milano? Trenta milioni, please

V.B., edizione online, 15 maggio 2013


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012