Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

La pazienza dell’artista ragno

Judith Scott, «Curlicue Sculpture»

Trame d’artista è un libro di paziente tessitura, come è giusto che sia trattando
di tessuti, fili e trame. Tessitura di una scrittura attenta e godibile che intreccia (sostanzialità assoluta e imprescindibile del campo semantico del filo) storia e critica d’arte per raccontare della presenza e dell’utilizzo del tessuto nell’arte contemporanea.
La quotidianità dell’elemento tessuto ha enormemente attirato gli artisti, dapprima sul versante dell’incontro tra arte e vita realizzato in modo letterale dalle cosiddette arti applicate (tessuti d’arredamento, oggetti e abiti «d’arte») e poi sul versante più strettamente artistico come materiale dalle infinite potenzialità allegoriche e metaforiche, pronto a essere caricato di significato ed essenza.
Marina Giordano ricostruisce dunque percorsi espressivi molteplici, che vanno dalle sperimentazioni programmatiche degli atelier della Bauhaus e degli Omega Workshops alle realizzazioni di artisti contemporanei. Elemento centrale della sua analisi è certo l’idea di una imprescindibile densità esistenziale dell’elemento filo/tessuto «strumento nelle mani di dee, eroi ed eroine, popolato di esseri, oggetti, azioni mai neutri, ma al contrario carichi di sterminate potenzialità allegoriche» che ne fa linguaggio/forma ideale per raccontare la complessità della contemporaneità. Suggerire nuovi percorsi di ricerca storico-critica è tra le dichiarazioni d’intenti dell’autrice. Notevole interesse rivestono dunque alcuni capitoli particolarmente suscettibili di ulteriori approfondimenti: come quello dedicato alle donne artiste e al loro rapporto con il filo, legame eclatante e diretto in artiste potenti e carismatiche come Maria Lai o Louise Bourgeois, ma ambiguamente letto dal pubblico e dalla ricezione critica; o il capitolo dedicato agli artisti outsider, la cui esistenza al limite sembra essere ampiamente rappresentata da quel limite infinitamente aperto che è il filo.
La sfida di vivere, di leggere, classificare e affrontare il mondo è dunque pienamente rappresentata dal filo e dal suo intreccio, «essenziale metafora dell’essere umano e del suo potere di decidere di sé, di sfidare la sorte, di creare o sovvertire una condizione, uno status quo, di scandire il tempo e il ritmo della propria esistenza. Le artiste e gli artisti contemporanei faranno propria questa fascinazione e attraverso il medium tessile sapranno intessere, come vedremo, toccanti narrazioni di se stessi e del mondo che li circonda». (Nella foto: Judith Scott, «Curlicue Sculpture»). 


Trame d’artista. Il tessuto nell’arte contemporanea, di Marina Giordano, 256 pp., ill., postmediabooks, Milano 2012, € 22,50

Alessia Muroni, da Il Giornale dell'Arte numero 330, aprile 2013


  • La copertina del volume

Ricerca


GDA giugno 2019

Vernissage giugno 2019

Il Giornale delle Mostre online giugno 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Friuli giugno 2019

Vedere a Venezia maggio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012